Google+ Followers

martedì 10 dicembre 2013

Cosa desidero sotto l'albero 2013 della traduzione?




1) Desidero dei governi che supportino la crescita economica, le esportazioni e la semplificazione delle procedure burocratiche per rilanciare finalmente l'economia, le imprese, specialmente le più piccole e indifese che sono la base dell'ecomia di un paese e del suo pieno impiego e della richiesta di traduzioni! Basta tasse!
 
2) Desidero dei professionisti traduttori sempre più amanti del loro lavoro, motivati, adeguatamente pagati, consapevoli del loro valore e non presi in ostaggio da un motore economico difficile e poco gratificante. Viva il traduttore che si sente realizzato!
 
3) Desidero  che spariscano dal mercato i clienti disonesti, che fanno della loro politica aziendale il ritardo nel pagare le fatture o l'invenzione di mille pretesti per non onorale affatto! L'elenco di queste aziende è lungo e mi prudono le mani perché avrei voglia di pubblicarlo e metterli alla gogna che si meritano.
 
4) Desidero che finalmente vi sia una regolamentazione seria in questa professione, stop alla creazioni di pseudo istituzioni create da persone che intendono unicamente farsi del denaro derivato dagli aderenti ma che non danno nessun valore aggiunto in cambio. Una qualifica o un label qualità non si paga, si acquisice con merito!
 
5) Desidero un Google più equo, come lo era al tempo della Google Dance, basta con la supremazia di Google Adwords, Google Address, avvisi Google spesso falsi (vero cari colleghi delle agenzie di traduzioni italiane più famose!!!). Ritorniamo alla vera natura di Google, com'era 5/6 anni fa.... che premiava l'economia globale e la gratuità, la passione dei SEO...
 
E Buon Natale a tutti!!!!



Nessun commento: