Google+ Followers

giovedì 8 settembre 2016

LE NORMATIVE DEL MESTIERE DEL TRADUTTORE OGGI - creatività e razionalità al confronto

NORMATIVE VIGENTI PER IL TRADUTTORE PROFESSIONALE


 
UNI EN ISO 17100:2015 Requisiti del servizio di traduzione professionali

Norme cui devono attenersi i fornitori di servizi di traduzione specialistica. Tali normative sanciscono le regole imprescindibili nella gestione dei procedimenti di traduzione, i requisiti minimi di qualifica di ciascuna figura professionale, la gestione delle risorse per fornire traduzioni di qualità.

Conoscenze, abilità e competenze nelle normative del traduttore professionale 

 

Definiamo cosa si intende per competenze, il punto di arrivo di ogni scala di valori diretta al mestiere di traduttore professionale. Essa viene descritta come la capacità di applicare conoscenze, esperienza e abilità per conseguire i risultati previsti.










Questo standard di qualità internazionale  sottoscrive i requisiti diretti a tutti gli elementi del processo di traduzione che determinano la qualità e la fornitura di servizi linguistici specializzati.

1)     Risorse umane.  Con l’attestazione del regolare mantenimento e aggiornamento delle competenze necessarie.
2)      Processi e attività pre-produzione: dal preventivo alle attività amministrative tra professionisti della traduzione e il cliente.
3)      Processo di produzione della traduzione professionale
4)      Processi post-produzione della traduzione professionale.

UNI  11591:2015 Nel quadro della Legge 4 del 2013 – norma emessa dall’ente italiano di normazione

Regolamentazione studiata per attività  professionali  non  regolamentate  - Definisce le figure professionali operanti nel campo della traduzione e dell'interpretariato - Sono stabiliti i requisiti di conoscenza, abilità e competenza che distinguono i professionisti dagli traduttori non professionali. La Norma fa esplicito riferimento al Livello 7 del Quadro Europeo delle Qualifiche.


Nessun commento: