Google+ Followers

venerdì 12 marzo 2010

Iniziativa corporativa tra agenzie di traduzioni e traduttori professionali free-lance

Animata dal desiderio di arginare gli impagati verso la mia categoria professionale - agenzie di traduzioni e traduttori freelance – invito tutti coloro che sono stati vittime di questo crimine di perseguirlo innanzitutto facendo un’ingiunzione di pagamento (modulo on line http://ec.europa.eu/justice_home/judicialatlascivil/html/epo_form1_it.jsp?countrySession=5&txtPageBack=epo_filling_it_it.htm) e poi costituendo tutti insieme una rete interna alla nostra professione che tuteli e renda più serena la nostra attività – lo strumento è una lista “nera” di aziende, liberi professionisti, enti, associazioni, consorzi, ecc. che non pagano le fatture relative ai nostri servizi di linguistici.

Questo elenco compilato ovviamente con informazioni supportate da prove inconfutabili, potrà essere consultato da chi aderisca a questa iniziativa. Immaginatevi come sarebbe utile prima di stilare un preventivo ad un nuovo ed eventuale cliente avere la certezza che non sia in questa black list?


So che qualcosa del genere esiste già per le agenzie di traduzioni che non pagano, ma ora è tempo di farlo anche per noi agenzie che nonostante tutto onorano sempre il lavoro dei loro collaboratori, ma che a volte non ricevono lo stesso trattamento dai loro clienti diretti.

E’ un modo per scegliere la giusta modalità di pagamento, di stabilire la tariffa adeguata al rischio, insomma uno tool indispensabile per lavorare con più serenità. Inoltre, se queste persone non potessero più “mietere altre vittime” forse cambierebbero politica. In Francia ci sono dei siti dove è possibile consultare gratis il bilancio di ogni azienda (tipo www.societe.com), ma per l'Italia non è cosi’. Inoltre, una grande azienda puo’ andare bene, ma non pagare i suoi fornitori, creando all’occorenza delle piccole società che farà fallire quando avranno troppi debiti, sulle quali nel frattempo avrà fatto fatturare i suoi fornitori. Insomma i soliti trucchetti. Grande azienda che si presenta, ottiene i prezzi buoni e la fiducia del fornitore e poi dirotta la fatturazione sulla cenerentola del Gruppo....

Il messaggio è chiaro ora desidero comunicarlo al maggior numero di persone del settore traduzioni. Vi prego di contattarmi al seguento indirizzo email per discuterne e bertinotti@traduzione-in.com.

Agence de Traduction

Nessun commento: