Google+ Followers

martedì 26 settembre 2017

Traduzioni corrette ma criticate: cosa fare?

Il dilemma: quando il traduttore è incontestabile ?
Il mattino seguente, ritroviamo i soliti dilemmi - che fare quando il cliente (stimatissima e preparatissima persona nel suo ambito professionale) si erige a giudice linguistico e critica aspramente della traduzioni corrette? La notte è passata e la situazione sembra complicarsi ulteriormente. La mia attitudine in questi casi: essere sincera, mantenendo un tono propositivo che va aldilà della semplice gentilezza commerciale. Il giorno seguente, sorprendentemente, il feed back della nuova traduzione riprende la falsariga di quello precedente, sebbene lo stile impiegato fosse cambiato poiché il professionista traduttore anglofono non era più lo stesso; ho assegnato la commessa ad una mediatrice linguistica perfetta bilingue italiano-inglese statunitense, un elemento validissimo che conoscendo perfettamente la lingua italiana, non è mai indotta a commettere errori di interpretazione semantica di alcuna natura. Il richiedente pero' mostra ancora insoddisfazione rispetto al servizio fornito :-(((: "Mi dispiace, ma non sono ancora soddisfatto. Alcune cose: non è stato tradotto l’indice, non è mai usata la parola Stream per corrente/acqua/acque/liquidi, è usato tank per vasca invece di basin, è usato offer per proposta e non proposal.
Di nuovo, chi lo ha tradotto non è di madre lingua, come non lo sono io, del resto..."

Invio per un'analisi incrociata i testi tecnici tradotti e l'esito dopo neanche un'ora di controllo, è il seguente:
"Dai commenti riteniamo che queste indicazioni sono assurde.... (!!!👀!!!) le nostre traduzioni sono corrette:
Quando parliamo di impianti e cose del genere, si usa sempre flow (il cliente è libero di controllare, in qualsiasi sito tecnico).
"Basin" non è la traduzione di "vasca", ma di "bacino", anche in questo caso, invito il cliente a controllare su altri siti tecnici.
"Proposal" anche se in alcuni contesti l'abbiamo visto utilizzare, è davvero poco frequente. E' molto più comune l'espressione "business offer". (in ogni caso, al massimo è un'alternativa, non certo un errore).
Partendo da questi presupposti, non sapremo proprio come revisionare la traduzione corretta, visto che le richieste che ci vengono mosse sono sostanzialmente errate.
Dando un'occhiata a quello che il cliente chiede, si capisce benissimo che la sua conoscenza, lungi da essere "madrelingua" è completamente errata; è andato a modificare a suo piacimento dei costrutti grammaticali corretti con altri scorretti.
Per quanto riguarda l'indice: colpa del programma del suo PC. Basta cliccarci sopra e lo si apre. Per quanto riguarda il resto, queste correzioni non stanno nè in cielo nè in terra 😨- E' come se ci mettessimo a correggere un trattato di metafisica adducendo che per noi sta meglio così!!! A ognuno il proprio mestiere, a noi quello di traduttori professionali..." 

Aggiungo io : anche se, grazie al nostro antico lavoro (il traduttore factotum) li scopriamo quasi tutti....

Nessun commento: