Google+ Followers

venerdì 14 dicembre 2012

Studio sul mestiere di localizzatore / traduttore realizzato dal CETIM - Università Toulouse-II - Intervista a Elisabetta Bertinotti

Due brillanti ed intraprendenti studentesse all’ultimo anno del Master presso il Centro di Traduzione dell’Università Toulouse-II hanno ricevuto l’incarico dello stesso prestigioso Istituto di realizzare uno studio approfondito sulla professione di localizzatore / traduttore / mediatore linguistico in Francia.
Hanno deciso di indirizzarsi a LIPSIE Traduction-IN quale esempio di azienda leader sul mercato translapino e internazionale per raccogliere avvisi e informazioni sulle seguenti tre questioni chiave:
 
1-Quali competenze/caratteristiche richiedete quando scegliete un nuovo traduttore ?
 
I requisiti base richiesti ai nostri collaboratori variano secondo i diversi settori di specializzazione.
 
Per i traduttori che offrono i loro servizi  nei settori Legale, Audiovisivo, Letteratura/Edizione vengono obbligatoriamente richiesti :
1)    Una Laurea in Lingue associata ad una specializzazione in mediazione linguistica – Master specifici nei settori suddetti – Durata di studi superiori almeno 5 anni – abbinati ad un semestre all’estero presso una università partner per ogni lingua di specializzazione.
2)    Almeno cinque anni di esperienza come traduttore (un portfolio circostanziato di almeno 300.000 parole tradotte) professionale presso agenzie e per clientela diretta.
 
Per i traduttori che offrono le loro competenze  nei settori tecnici / industriali – informatici – scientifici  vengono obbligatoriamente richiesti :
1)     Ottimo grado di padronanza scritta e orale di una o più lingue straniere
2)     Almeno cinque anni di carriera ad alto livello presso un’azienda/istituto/ente del settore di specializzazione
 
2-Quale è la forchetta salariale ed anche la media degli stipendi per un posto di traduttore nella vostra struttura ?
 
La nostra equipe è costituita per il 99% di traduttori freelance. I nostri traduttori sono interpellati volta per volta secondo i progetti che intendiamo svolgere con loro – remunerati rispetto il numero di parole tradotte partendo dal testo di origine (variabili sono il livello di tecnicità - .le combinazioni linguistiche) ma non i lead time di consegna – non fatturiamo ai clienti e di conseguenza non paghiamo un surplus ai traduttori quando il progetto è più urgente.
 
3-Avete assunto traduttori nel corso del 2012 o intendete farlo nel 2013?
 
Non abbiamo assunto nuovi traduttori presso la nostra azienda – dal oltre 10 anni la nostra agenzia si basa quasi totalmente su collaboratori esterni.

Nessun commento: