Google+ Followers

giovedì 22 luglio 2010

Concorso di traduzione “Il Traduttore Visibile”

Questo importante evento, che ha avuto inizio nel 2003 grazie a Teresina Zemella, traduttrice e ricercatrice di letteratura tedesca presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere (Università di Parma) e Sandra Talone, traduttrice dalla lingua portoghese, ha lo scopo di far interagire efficacemente il mondo universitario con quello professionale (traduttori professionisti e le agenzie di traduzione).

Durante ogni edizione “Il Traduttore Visibile” ha analizzato il settore dei servizi di traduzioni per offrire uno studio esauriente sugli strumenti tecnici a disposizione degli addetti ai lavori e sulla funzione comunicativa della traduzione, fornendo informazioni utili tanto alle aziende, che richiedono personale che sappia comunicare, quanto agli istituti universitari, affinché venga ottimizzata la loro offerta formativa, adeguandola correttamente al mercato del lavoro.

L’edizione di quest’anno, come le precedenti, fornisce agli studenti l’opportunità di conoscere pienamente la professione di traduttore e le caratteristiche ad essa inerenti, per acquisire valore, non solo nel campo dell’editoria e delle discipline umanistiche, ma anche nella libera professione in ambito finanziario, tecnico, scientifico, per formare futuri traduttori consapevoli della specificità del loro mestiere.

I bandi con le modalità di partecipazione sono scaricabili dal sito di “Il Traduttore Visibile” – Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Parma.
Fonte notizia: Silvia PELLACANI
http://www.e-schooloftranslation.org/2010/05/concorso-di-traduzione-il-traduttore-visibile/


2 commenti:

Raffaella ha detto...

Cara Elisabetta,
sarebbe stato carino, visto che siamo tutti colleghi, citare la fonte del tuo articolo (Silvia Pellacani su European School of Translation). Non trovi?

eberti ha detto...

Raffaella ho inserito la fonte. Saluti Elisabetta